Libreria online - De Bastiani Editore
Info 0438 388584

Il grido di Andromaca

Voci di donne contro la guerra

15,00

Un libro antico per essere testimoni del nostro tempo. Voci di donne. Con i nostri studi di ogni giorno, con i nostri occhi, con i nostri pensieri.

Quando la guerra entra dentro le città, quando distrugge i palazzi, le case, i templi, i teatri, i monumenti, quando uccide la vita degli ultimi difensori, delle donne, dei bambini e dei vecchi, è il segno della fine della civiltà: serve da monito, buono per pensare. Allora, noi studenti e professori, lasciamo le aule universitarie e andiamo come clerici vagantes di città in città, di museo archeologico in museo archeologico, ma anche nei teatri, nei licei, nelle fabbriche. Abbiamo nei nostri zaini idee, libri, penne e computer. Camminare, vedere, ascoltare. Con i passi, le teste e gli incontri: si mettono in movimento i pensieri, le voci e le discussioni. È la nostra responsabilità davanti a tutti. Un esperimento nuovo per la ricerca.

ISBN: 978-88-8466-799-1 Categorie: , ,
Editore: Dario De Bastiani Editore
Curatore: Alberto Camerotto, Katia Barbaresco, Valeria Melis
Cod: 4860

Descrizione

Mio sposo, giovane hai perduto la vita, mi lasci vedova
in casa, è così piccolo ancora il bambino
che abbiamo messo al mondo, tu e io sciagurati, e non credo
che giunga al fiore degli anni; sarà prima distrutta del tutto
la nostra città; perché sei caduto tu, il custode vigile,
che la proteggevi, difendevi le nobili spose e i bambini
che se n’andranno ormai sulle concave navi.

Omero, Iliade 24.725-731

Un libro, un simbolo. L’Ilioupersis, la caduta della città di Troia è l’ultima devastazione della guerra. È il nostro archetipo per capire. Sono voci di donne, perché le donne sono vittime, prede, bottino e trofeo da ostentare per chi ha il dominio della violenza, per chi conquista e distrugge la città sotto assedio. Si prepara ogni sofferenza, tutte le violenze che non si possono nemmeno immaginare. Le donne sono oggetto della crudeltà dei nemici. Con i loro occhi vedono morire gli sposi, uccidere i padri, massacrare i figli. Per diventare vittime dello stupro e dell’oltraggio. Umiliate e schiave per sempre, è il giorno spietato della fine. Ma sono anche memoria del dolore, della ferocia, una memoria che non può essere più cancellata. E che qualche volta riesce a diventare testimonianza. Anche azione, efficace.

Informazioni aggiuntive

Dimensioni 22.5 x 14 x 1.4 cm
Anno di pubblicazione

2022

Pagine

252

Rilegatura

brossura

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il grido di Andromaca”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *